PRIVATE RESIDENCE IN MIDDLE EAST

Un progetto di residenza privata la cui richiesta principale è stata quella di abbinare l’esigenza degli usi e abitudini della cultura araba reinterpretata con il gusto, la creatività e lo stile italiano. Una villa unica, protagonista di un’intera isola artificiale, un oggetto per sua natura eccezionale, metafisico, importante. Sospeso nell’aria, libero dal dialogo con il mondo costruito ma fortemente legato alla terra alla quale torna attraverso le sue strutture, generando un intreccio di grande fascino di immense masse architettoniche.
Divisa metaforicamente a metà dall’asse orientato verso la mecca e separata di fatto in due parti, una riservata agli uomini, l’altra alle donne, l’edificio è stato concepito, per volere del cliente, per essere “sorprendente”.
La pelle esterna è rivestita interamente da una preziosa trama evocativa delle antiche musharabyie, simbolo della cultura araba, anche se reinterpreta in chiave occidentale; essa ne caratterizza le superfici, ma al contempo protegge gli interni dall’intensità della luce assicurando tuttavia la libera percezione del paesaggio.
L’intervento nella sua globalità è stato pensato per stratificazioni di volumi e superfici legate indissolubilmente alla terra e al mare attraverso il grande parco privato.

LUOGO: Middle East
SUPERFICIE: 6.400 mq

DESIGN DIRECTOR: Fabio Mazzeo

DESIGN TEAM LEADER: Maila Evangelista, Olsi Dani
DESIGN TEAM: Gianluca Bilotta, Flavia Fefè, Valentina Martino