Dalla propria storia Exclusiva ha compreso che il talento e la creatività sono il prodotto migliore che l’Italia possa presentare all’estero. Per mettere a frutto la sua esperienza e contribuire a mettere in moto meccanismi positivi, valorizzando e internazionalizzando la nostra ricchezza del saper fare, ha avviato questo nuovo progetto.

La Fondazione Exclusiva è un ente non profit che vuole dare un contributo alla salvaguardia e allo sviluppo della creatività e dell’eccellenza italiane, divulgandone i principi e il valore dei preziosi codici espressivi nel mondo. “L’Italia detiene uno dei patrimoni culturali più invidiati al mondo – dichiara Fabio Mazzeo, presidente della Fondazione –  un territorio meraviglioso in cui la possibilità di vivere nella bellezza e immaginare l’eccellenza non è riproducibile in nessun altro luogo. Questo capitale che ognuno di noi ha ricevuto in eredità è un asset fondamentale per il futuro del nostro Paese e non dobbiamo disperderlo; un capitale da valorizzare e tutelare incoraggiando la creatività e le preziose intersezioni culturali tra arte, design e produzione industriale/artigianale, per disegnare il futuro e esportare ovunque lo stile, la qualità e l’eccellenza del Made in Italy”. La Fondazione vuole quindi configurarsi come un centro di approfondimento dove esprimere programmi internazionali e interdisciplinari di alto valore scientifico e culturale per i tanti giovani che guardano al futuro puntando sul proprio talento.

La sua sede romana, AREA81, è stata ristrutturata ed è pronta ad accogliere attività di Sharing, Learning e Making (contest, mostre, workshop, incontri, awards, corsi di alta formazione..) mirate alla formazione e alla promozione della creatività e della preziosa cultura produttiva-artigianale italiana all’estero. Per iniziare, dal 21 Novembre al 19 Dicembre 2015 la mostra VARIATIONES apre gli spazi al pubblico e anticipa il programma 2016 della Fondazione, che vedrà in molte iniziative un focus sulla Cina. Importanti artisti e giovani emergenti dell’arte contemporanea cinese esplorano i temi della luce e del cambiamento. La mostra sarà poi presentata dalla Fondazione a Shanghai in primavera.